Ridimensionare foto online con plugin gratuito

Se stai cercando qualche dritta per ridimensionare foto online prima di pubblicarle sul tuo sito WordPress, continua a leggere questo articolo, perché prima di pubblicare qualsiasi immagine sul web è bene conoscere quali sono i formati giusti

Infatti per creare un sito web professionale occorre fare molta attenzione ai formati delle tue immagini. Ridimensionare foto online aumenta la qualità del tuo lavoro e rende il tuo sito web molto più veloce. Sappiamo benissimo quanto sia importante che la navigazione delle pagine sia inferiore ai 3 secondi (page speed). Le immagini di un sito sono la principale causa di rallentamento di un sito e una buona ottimizzazione è indispensabile.

Una buona ottimizzazione di un sito ti permetterà di essere indicizzato nella SERP di Google e con le giuste keyword raggiungerà sicuramente le prime posizioni nei motori di ricerca.

aumentare follower su instagram

Ma partiamo prima di tutto dai singoli formati per lavorare in modo professionale in un sito.

Short Pixel plugin gratuito

I Principali formati standard per le immagini in wordpress sono: Gif, JPG, PNG, ognuno con le sue caratteristiche e differenze precise vediamole nel dettaglio.

1) File JPG

Il JPG è un formato immagine con una grande compressione dei dati. È molto utile se vogliamo inviare immagini per mail, dal cellulare e naturalmente divulgare in WordPress un originale di grandi dimensioni. Questo succede per esempio quando scattiamo foto con la nostra macchina fotografica digitale, ma anche con uno Smartphone evoluto.

Gli effetti di questa compressione sono invisibili quando guardiamo l’immagine nelle sue dimensioni reali. Non è più così quando ingrandiamo l’immagine. Ad ogni click della nostra lente di ingrandimento noteremo infatti i pixel che compongono l’immagine. Maggiormente visibili quanto più ingrandiremo il soggetto. La compressione JPG va usata per le fotografie.


2) File Gif

A differenza dei file PNG e JPG, il GIF forza tutti i colori in una tavolozza di 256 colori. Tuttavia, queste limitazioni di colore portano spesso problemi. Di solito appaiono come macchie bianche o macchie di colore, dove le immagini SONO più complesse. Tutti i colori al di fuori dei 256 nella palette Web standard vengono modificati in qualsiasi colore si avvicini di più a quello di partenza. La compressione Gif va usata per immagini al tratto come i disegni con tinte piatte.


3) File PNG

Il PNG è un formato senza perdita di qualità, il che significa che la compressione non influisce sulla qualità dell’immagine. A differenza dei JPG, che creano manufatti e immagini che ad un certo punto “sfuocano”. Purtroppo, i file PNG tendono anche ad essere un po’ più grandi e pesanti dei file JPG, soprattutto se si tratta di immagini ad alta risoluzione. Questo potrebbe renderne difficile condividere sul Web. Usa il formato PNG quando vuoi la massima qualità o la trasparenza.

Ridimensionare foto online

Ridimensionare Photo con Photoshop o Shortpixel ProR

Per ridimensionare le foto e ottimizzarle per il web puoi usare Photoshop ma usare bene Photoshop per ridimensionare foto online non è da tutti. 

Ma se non siamo bravi cosa possiamo fare?

Nessun problema, esiste un plugin gratuito per ridimensionare le foto online si chiamo SHORT PIXEL PRO. L’argoritmo di Short Pixel PRO e davvero efficace. L’opzione più conveniente per usare Short Pixel PRO è quella di effettuare una “ricarica”. Con meno di 10 dollari, infatti, acquisterai la possibilità di ottimizzare fino a 12.000 immagini. Tieni presente che ogni immagine che pubblichi su WordPress genera, a causa della responsività ben 8/12 anteprime diverse.

Nota bene: ricordati dove intendi pubblicare le tue immagini. Se stai creando uno slider a tutto schermo, per ridimensionare foto online ti consiglio una base di 1920 pixel. Se stai pubblicando sul blog ti consiglio una base di 960 pixel e più piccola di 740 pixel. Per altre parti del sito puoi usare una base di 1240 pixel.


E ora che sai come comprimere le tue foto controlla il tuo sito web se è ottimizzato tramite Page Speed Insights di Google

Chiudi il menu